Creature Selvagge. Il mondo di domani

Creature selvagge. Il mondo di domani
Laboratorio di arti performative

Come sarà il mondo domani?
Uniamo le nostre forze, i nostri pensieri, la nostra arte e decidiamolo insieme!

Creature selvagge: é il momento di muoverci scoprire il mondo che ci circonda e le persone che lo abitano. E poi di cambiarlo.

Il progetto

Creature selvagge. Il mondo di domani è un nuovo laboratorio di arti performative sulla relazione tra persone e ambiente attraverso il linguaggio del teatro, della danza, della musica e delle arti in genere e prende vita da Creature selvagge.

È chiara ormai l'urgenza di pensare insieme alle nuove generazioni modi, tempi e spazi per vivere bene, nella ricerca di un nuovo equilibrio tra esseri umani e natura.

Possiamo vivere bene se manteniamo uno spazio aperto verso gli altri, se ce ne prendiamo cura, se ci lasciamo sorprendere dall’incontro inatteso, se creiamo connessioni con persone, creature, epoche, luoghi, questioni.

Oggi più che mai è necessario cercare una nuova logica per continuare a vivere sul nostro pianeta. Dobbiamo riuscire a collaborare con i processi biologici, con l’ambiente che ci circonda e smettere di agire contro di essi.

Altrettanto necessario appare cominciare ad attivare dialoghi costruttivi tra generazioni diverse in modo positivo, evidenziare le possibilità e le potenzialità del futuro senza dimenticare le perdite causate dal nostro vivere come lo è stato fino ad ora.

Le creature selvagge sono esseri ibridi, in parte umani e in parte animali, esseri viventi che hanno nuova consapevolezza e grande sensibilità.

Questo laboratorio di arti performative è prima di tutto un esercizio di immedesimazione, un tentativo costante di essere qualcosa oltre la propria individualità, un movimento empatico verso altri esseri viventi, una comprensione profonda del punto di vista dell'Altro.

Il laboratorio è a cura di Andrea Santantonio e Nadia Casamassima - IAC Centro Arti Integrate in collaborazione con Morgana Furlani - Sharing TN e Mattia Benuzzi - CDM

Dove?

Nelle sale del nostro Studio in Corso Rosmini 58, Rovereto. Durante il percorso si valuterà l’ipotesi di fare alcuni incontri anche in altri luoghi della città.

Quando?

L’avvio del percorso è previsto per il mese di ottobre 2023. Terminerà nel mese di marzo 2024 con un momento di condivisione finale.

Le date degli incontri:

Ottobre
Venerdì 20 dalle 17 alle 20 e sabato 21 dalle 14.30 alle 17.30

Novembre
Venerdì 3 dalle 17 alle 20 e sabato 4 dalle 14.30 alle 17.30
Venerdì 17 dalle 17 alle 20 e sabato 18 dalle 14.30 alle 17.30

Dicembre
Venerdì 1 dalle 17 alle 20 e sabato 2 dalle 14.30 alle 17.30
Venerdì 15 dalle 17 alle 20 e sabato 16 dalle 14.30 alle 18.30

Gennaio
Giovedì 11 dalle 17 alle 20, venerdì 12 dalle 17 alle 20 e sabato 13 dalle 14.30 alle 18
Venerdì 26 dalle 17 alle 20 e sabato 27 dalle 14.30 alle 17.30

Febbraio
Venerdì 9 dalle 17 alle 20, sabato 10 dalle 14.30 alle 18.30 e domenica 11 dalle 9.30 alle 12.30
Venerdì 23 dalle 17 alle 20 e sabato 24 dalle 14.30 alle 17.30

Marzo
Venerdì 8 dalle 17 alle 20, sabato 9 dalle 14.30 alle 17.30 e domenica 10 dalle 9.30 alle 12.30

Lo spettacolo

Sabato 23 marzo alle 20.30
Lunedì 25 marzo alle 9.30 e alle 12

A chi è rivolto?

Ragazzi e ragazze tra i 15 e i 25 anni.

Come iscriversi?

Compila il form che trovi a questo link

Oppure vieni agli incontri del 20 e 21 ottobre per fare una prova. Se poi ti piace puoi iscriverti in seguito!

IAC Centro Arti Integrate

IAC dal 2010 si occupa di promozione e produzione teatrale in uno spazio che si trova a Matera e nasce dalla volontà di incontro, ascolto e sguardo che il teatro crea.

I percorsi proposti sono caratterizzati da una modalità di lavoro collaborativa in cui tutti possono trovare il giusto spazio per praticare le proprie attitudini ed abilità. Alla qualità artistica affiancano un’attenzione al sociale: sperimentare, imparare, scambiare, includere, fare parte di un processo collettivo sono i temi che accomunano i progetti.


Con il supporto di Fondazione CARITRO e Centro Servizi Culturali Santa Chiara.
Con la collaborazione di Istituto di Formazione Professionale Sandro Pertini (Trento), Liceo Musicale Coreutico Bonporti (Trento), Liceo Fabio Filzi (Rovereto), Centro Moda Canossa (Trento), Liceo Scientifico Da Vinci (Trento), Opera Armida Barelli (Rovereto)