Pietro Marullo

Insieme Irreali Company in residenza

Pietro Marullo è un artista italiano basato a Bruxelles, dove ha fondato la compagnia INSIEME IRREALI, sostenuta dalla Fédération Wallonie-Bruxelles.

Il suo lavoro interdisciplinare si muove nell'intersezione tra arte visiva e performativa, installazione e nuove tecnologie, ed è profondamente focalizzato su temi sociali, storici e antropologici. I suoi lavori sono presentati in quattro continenti, in importanti festival di danza e performing art, presso teatri, reti musicali e piattaforme di arte contemporanea. Tra essi: Seoul International Dance Festival, José Limon Dance Festival, Danse Elargie/Théâtre de la Ville, Beijing Dance Festival, NID piattaforma nazionale della danza italiana.

Dal 2015, Marullo inizia a sviluppare una riflessione antropologica ed estetica sui legami tra realtà e linguaggi simbolici. Questo approccio lo impegna a creare un immaginario della specie, una dichiarazione filosofica che dovrebbe condurre le nostre società ad affrontare le proprie storie e le comuni questioni globali da un punto di vista più ampio, che trascenda la sola specie umana.

Artista associato al Festival Oriente Occidente dal 2019, Pietro Marullo crea opere visionarie, incentrate su ricerche multidisciplinari questioni filosofiche. La materia, fulcro del suo lavoro ibrido ed empatico, unisce dimensioni simboliche e sensoriali, cinetiche ed interiori.

A settembre 2020 Pietro trascorre un periodo di ricerca a Rovereto per approfondire alcuni aspetti legati a dei nuovi progetti, in diversi formati, che il coreografo napoletano sta sviluppando sul punto d'incontro tra la trasformazione antropologica legata alla tecnologia e la crisi ecologia.

In questa occasione, si sono svolti una serie d'incontri per aprire nuovi dialoghi con esperti ed enti del territorio legati a queste tematiche, per creare nuove collaborazioni e pensare ad azioni condivise in previsione dello sviluppo di un nuovo lavoro coreografico.

Il progetto 2019 dal titolo HIVE - our hydrological need of cosmic lines sviluppa una potente riflessione estetica e antropologica partendo dal Tondo Doni di Michelangelo.

Da questa rappresentazione della Sacra Famiglia si scava nelle origini insondabili del concetto stesso di famiglia, allargandolo in maniera onirica a tutto il vivente.

HIVE - our hydrological need of cosmic lines è stato presentato a Rovereto durante l'edizione 2019 di Oriente Occidente Dance Festival.

Il tema della Sacra Famiglia rappresenta per me una questione antropologica più che un aspetto religioso. E ho iniziato subito a riflettere sulla relazione tra il concetto di famiglia e il nostro pianeta. Da dove viene l'idea di famiglia? Da molto lontano. Ed è sempre legata alla sopravvivenza di un gruppo umano. Dovremmo allargare oggi la nostra visione della famiglia? E quali sarebbero le conseguenze?

Queste domande sono nella mia mente dall'inizio di questo progetto.

- Pietro Marullo

pietromarullo.com