Voci da lontano

Aug 20 2021 17:00
Aug 24 2021 17:00
Aug 27 2021 17:00
Aug 31 2021 17:00

Incontri online

INCONTRI ONLINE

Pensata per dare voce anche a relatrici e relatori in lingua straniera – con traduzione a cura di Arcadia - Voci da lontano diventa una rassegna nella rassegna che anticipa i temi attraversati negli appuntamenti di Linguaggi.

Gli eventi di Voci da lontano saranno solo online e verranno trasmessi dalle pagine FB di Libreria Arcadia e Oriente Occidente.

VENERDÌ 20 AGOSTO, ORE 19

Il Tibet in tre semplici passi
con Pierre Jourde
Interprete 
Silvia Turato

Prima presentazione italiana. Viaggio in tre riprese, a cavallo degli anni Settanta e Ottanta, in cui Pierre Jourde esplora le piste di Zanskar, vallata desertica dell’Himalaya. Non è un alpinista, ma un curioso, nemico degli esotismi.

MARTEDÌ 24 AGOSTO, ORE 19

Nomadland, un racconto d'inchiesta sulle nuove forme di mobilità sociale
con Jessica Bruder
Interprete 
Silvia Turato

Negli Stati uniti della disuguaglianza in crescita, donne e uomini in età da pensione migrano da un lato all’altro del Paese, tra un lavoro precario e l’altro. Nato da un'inchiesta giornalistica, Nomadland, ci accompagna in un viaggio che squarciato il velo illusorio del Sogno Americano. Dal libro è tratto il film omonimo di Chloé Zhao, vincitore del Leone d’Oro alla 77a Mostra del Cinema di Venezia e di 3 Oscar nel 2021.

VENERDÌ 27 AGOSTO, ORE 19

Per antiche strade. Un viaggio per le strade d'Europa
con Mathijs Deen
Interprete Silvia Turato

Straordinario viaggio nel tempo e nella cultura d’Europa, Per antiche strade è un libro capace di trasformare le strade in storie e di dar voce a tutte le persone che le hanno percorse: esploratori, conquistatori e mercanti, profughi, banditi e pellegrini che con i loro continui movimenti e scambi nel corso di millenni hanno composto il ricco mosaico culturale del nostro continente.

MARTEDÌ 31 AGOSTO, ORE 19

Dalle isole remote alla ricerca delle cose perdute
con Judith Schalansky
Interprete Antonio Zotti

Prima presentazione italiana del nuovo libro di Judith Schalansky. La storia del mondo è piena di cose che sono andate smarrite nel corso del tempo, distrutte intenzionalmente o semplicemente dimenticate. Inventario di alcune cose perdute è una raccolta di dodici storie, ciascuna dedicata a una cosa che non c’è più: narrazioni sospese in un delicato equilibrio tra presenza e assenza, fotografie ben a fuoco ma stampate con inchiostro scuro su carta scura, piccole realtà che solo l’immaginazione è in grado di riportare alla memoria.